La propria vita ritrovata

René Arbeiter e sua figlia Svenja di Wädens­­wil (ZH) si occupano della loro moglie e madre che si è ammalata giovane di demenza. Per capire che è ...

«Diteci come state»

La demenza cambia la vita di chi vive vicino ai malati. Regula Bockstaller, responsabile di diversi gruppi di familiari della sezione Alzheimer ...

«L’arte è un mezzo privilegiato per comunicare»

La primavera scorsa l’associazione Alzheimer Vaud ha lanciato il progetto «­pARTage: visite al museo», un programma che permette alle persone con ...

Una giornata durante le vacanze Alzheimer

Per i malati di demenza trascorrere alcune giornate senza pensieri è un regalo che non ha prezzo. A renderlo possibile ci sono gli assistenti, alcuni ...

«Pronto, Telefono Alzheimer?»

Abitiamo tutti nella stessa casa: i miei suoceri nell’appartamento sopra, io, mio marito e i nostri due figli in quello sotto. Mia suocera si occupa ...

«Abbiamo bisogno entrambi d’aiuto: lui e io»

Ci è voluto il ricovero in ospedale del marito perché Ruth Rapin-Koenig si rendesse conto di quanto spossata fosse dopo gli anni trascorsi a dedicarsi ...

Momenti di relax

Dal 2016 Alzheimer Svizzera organizza regolarmente vacanze per giovani malati. Tra giugno e agosto i nostri ospiti possono così trascorrere una ...

Irrequietezza

Da un anno mio padre vive in istituto. Non è quasi più in grado di esprimersi. Lo vado a visitare tre volte alla settimana. Quando passo da lui alla ...

«Organo della civilizzazione» rotto

Il termine Alzheimer lo conoscono tutti, quasi nessuno invece conosce la demenza frontotemporale (DFT). Un colloquio con le specialiste Margrit Dobler ...

«Andiamo allo zoo»

Irresistibili koala, esotiche lucertole e simpatici pinguini: gli animali ci affascinano e ci aprono il cuore. Chi non ricorda volentieri le visite ...

L’arte del lasciare andare

Rosmarie Birbaum è sempre stata molto autonoma e indipendente. Sua figlia Jacqueline Haymoz è una persona a cui piace pianificare e guardare avanti. ...

Un balsamo per gli anziani

Ogni mese un gruppo di bambini dell’asilo va a trovare gli ospiti della casa di anziani di Poschiavo. Due ore di puro divertimento per i piccoli e di ...

A quattr’occhi per alleviare il dolore

Spesso i pazienti affetti da demenza perdono la capacità di verbalizzare il dolore. Il personale curante nella casa di cura può alleviarlo o farlo ...

In coro per i familiari curanti

Più autosufficienza con le nuove tecnologie

Le tecnologie «assistive» possono aiutare le persone affette da demenza a mantenersi autonome più a lungo. Tuttavia, chi assiste e cura è assalito dal ...

Più forti di quanto si pensi

Roxane Bruguier e Maïté Blanc sono due giovani donne. La madre della prima e il padre della seconda si sono ammalati di demenza quando entrambi erano ...

Creare vicinanza da lontano

È davvero possibile offrire sostegno a distanza? Il progetto «Distance Caregiving» mostra con quali strategie i familiari possono dare sostegno anche ...

Sensi attivati dalle tradizioni

Le feste, come l’imminente Pasqua, risvegliano i bei ricordi e dunque anche le emozioni. Ecco com’è possibile attivare i sensi delle persone affette ...

Anneliese, Noldi e Ueli Trümpi: «In caso d’emergenza tutti sono pronti a intervenire»

Rita Sayah: «Anche se non sono sul posto, sono vicina»

Giornata del malato

Riflettori puntati sulle conoscenze dei familiari

Cristina Karrer: «Al telefono comunichiamo con fischi, sibili e grugniti»

Edizione corrente