Attualmente non esistono medicamenti che possano arrestare la demenza a lungo termine. Dopo varie interruzioni di studi in fase avanzata di sviluppo, le grandi speranze degli ultimi anni hanno lasciato il posto a una certa delusione. Tuttavia, si continuerà ad attribuire particolare importanza a uno studio a cui ha partecipato la Svizzera: il «Gantenerumab», un principio attivo del gruppo farmaceutico Roche, è in avanzata fase di sviluppo ed è già stato sottoposto a studi clinici approfonditi con i pazienti. I ricercatori prevedono che lo studio sarà completato verso il 2022, anche se molte domande rimangono ancora aperte in merito all’efficacia di questo medicamento.

Alzheimer Svizzera si augura vivamente, insieme alle persone colpite, che la ricerca farmaceutica nel campo della demenza non sia trascurata a vantaggio di settori d’attività più redditizi.

Il portale della ricerca sull’essere umano in Svizzera dell’Ufficio federale della sanità pubblica offre una panoramica di tutti gli studi clinici in Svizzera.

Alzheimer Europe ha pubblicato un elenco di tutti gli studi clinici in Europa dedicati al tema della demenza.