Nella tua regione

Regioni

Ultimo comunicato media

3 marzo Giornata del malato: «Sapere ci rende forti»

Negli ospedali per cure acute i familiari diventano specialisti

Attualmente in Svizzera vivono circa 151 000 persone affette da demenza. Siccome la maggior parte di esse ha più di 75 anni, è probabile che moltissimi dei pazienti più anziani negli ospedali siano affetti da demenza. I risultati di un sondaggio realizzato da Alzheimer Svizzera tra gli ospedali per cure acute e i familiari di persone affette da demenza hanno dimostrato come negli ospedali servano anche maggiori conoscenze in materia di demenza. Vale la pena sfruttare maggiormente le conoscenze dei familiari per rendere più efficace l’assistenza ospedaliera.

Se una persona affetta da demenza deve rimanere in ospedale a seguito di un incidente o di una malattia, spesso la degenza si trasforma in una sfida non solo per le o i pazienti, ma anche per i familiari e il personale di cura. I processi nei reparti ospedalieri non sono sufficientemente adattati alle particolari esigenze dei pazienti affetti da demenza. Il loro trattamento è quindi più complesso e le possibilità di guarigione sono peggiori rispetto a quelle degli altri pazienti.

Come si può garantire un’assistenza adeguata alle persone affette da demenza negli ospedali per cure acute? I risultati dei due sondaggi di Alzheimer Svizzera realizzati tra gli ospedali e i familiari dei pazienti nell’ambito della strategia nazionale sulla demenza rivelano due campi d’azione prioritari: migliore conoscenza della demenza negli ospedali e maggiore coinvolgimento dei familiari.

Sapere prezioso per un trattamento ottimale

Il compito di un ospedale per cure acute è quello di curare problemi di salute urgenti, come una caduta o una polmonite, e di migliorare lo stato di salute generale. Il trattamento avviene solitamente in un reparto specializzato. Per il personale medico, si tratta di procedure di routine. La demenza è messa in secondo piano, magari il personale nemmeno se ne accorge. Per adattare il trattamento e l’assistenza alle esigenze delle persone affette da demenza, il personale ospedaliero – dal medico agli addetti alle pulizie – ha bisogno dell’aiuto dei familiari che si prendono cura dei malati. Essi conoscono meglio i problemi specifici dei diretti interessati e le possibili soluzioni dal loro quotidiano. Che cosa consente di calmare il paziente? Che cosa fare se si rifiuta di mangiare o se ne va in giro di notte? I familiari sono i veri specialisti dell’assistenza quotidiana. Le loro conoscenze completano le competenze mediche per un trattamento ottimale e il recupero dei pazienti.

I familiari alla pari

Per i familiari, in particolare, Alzheimer Svizzera fornisce consigli su come agevolare il più possibile il soggiorno in ospedale. Inoltre, le informazioni incoraggiano i familiari a condividere le loro conoscenze specifiche sulla demenza con il personale ospedaliero. Ad esempio, con un foglio con dati della o del paziente che registra i sintomi rilevanti della demenza e fornisce al personale di cura informazioni complete sui pazienti affetti da demenza.

Una degenza in ospedale non è mai piacevole. Tuttavia, deve essere predisposta in modo tale da non traumatizzare le persone affette da demenza o portare a un peggioramento della demenza. Il personale ospedaliero è invitato a prendere sul serio i familiari con le loro conoscenze specialistiche e a coinvolgerli nel trattamento: insieme, per il bene dei malati.