Lacune e insidie delle direttive del paziente

Aiuto, il mio disco rigido è pieno!

La spiritualità fa soffrire meno?

La spiritualità rafforza la resilienza di una persona e la fa soffrire meno? Sarebbe auspicabile. Ma è davvero così? Una conversazione con la teologa ...

Ricordi importanti

Un libro sulla dolorosa infanzia di suo padre Albrecht ha aperto a Brigitte Zaugg una nuova prospettiva non solo su di lui ma anche sulla propria ...

Fa male sentirsi rifiutati

«Pronto, Telefono Alzheimer?»

«Prendere commiato»

«Vivrò rilassato e soddisfatto il passaggio da un mondo all’altro?»

«Andiamo allo zoo»

Irresistibili koala, esotiche lucertole e simpatici pinguini: gli animali ci affascinano e ci aprono il cuore. Chi non ricorda volentieri le visite ...

Oltre l’Alzheimer – L’arte del Caregiving

Demenza e tecnologia: una panoramica delle tendenze

Mezzi ausiliari che semplificano la vita quotidiana

Rose e Angela

Società solidale con i malati di demenza: il termine è sinonimo di aiuto reciproco tra vicini, solidarietà e impegno. La storia di Rose e Angela ...

La demenza in Svizzera: fatti e cifre

Alzheimer Svizzera elabora periodicamente i fatti e le cifre sulla demenza in Svizzera. Anche quelle relative al numero stimato delle persone affette ...

L’arte del lasciare andare

Rosmarie Birbaum è sempre stata molto autonoma e indipendente. Sua figlia Jacqueline Haymoz è una persona a cui piace pianificare e guardare avanti. ...

Un artista sfida la demenza

Maximilian Lehmann è un uomo dedito all’artigianato e all’arte. Lavorare con le mani e creare qualcosa, questo era il suo mondo. Malgrado la demenza, ...

Auguste – la prima paziente affetta da demenza

Più forti di quanto si pensi

Roxane Bruguier e Maïté Blanc sono due giovani donne. La madre della prima e il padre della seconda si sono ammalati di demenza quando entrambi erano ...

Scambio tra generazioni

Come guardano giovani e anziani alla vita? Nel «Dialogo intergenerazionale attraverso la fotografia» di NA-DA giovani e persone affette da demenza ...

Demenza o depressione?

Pronto, Telefono Alzheimer?

Sensi di colpa al momento dei saluti

Pronto, Telefono Alzheimer?

Prendere confidenza col mondo esterno

Con la demenza, le attività fuori casa diminuiscono, lo dimostra un progetto di ricerca sostenuto da Alzheimer Svizzera. Poiché lo spazio pubblico non ...

Quale dado corrisponde all’immagine?

Abbindolato al telefono?

A quattr’occhi per alleviare il dolore

Spesso i pazienti affetti da demenza perdono la capacità di verbalizzare il dolore. Il personale curante nella casa di cura può alleviarlo o farlo ...

Essere parte attiva del mondo

Zu meinem sechsundsechzigsten Geburtstag habe ich mir ein ganz besonderes Erlebnis geleistet: Die Teilnahme am Tokio-Marathon vom 3. März.

Dopo la teoria, la pratica

Una voce importante

In coro per i familiari curanti

Quando valgono quali diritti?

Più autosufficienza con le nuove tecnologie

Le tecnologie «assistive» possono aiutare le persone affette da demenza a mantenersi autonome più a lungo. Tuttavia, chi assiste e cura è assalito dal ...

Un balsamo per gli anziani

Ogni mese un gruppo di bambini dell’asilo va a trovare gli ospiti della casa di anziani di Poschiavo. Due ore di puro divertimento per i piccoli e di ...

Tra gioia e preoccupazione

Commento di Birte Weinheimer, direttrice della Memory Clinic Entlisberg

Le mani di mio padre

Come ne parliamo

Pronto, Telefono Alzheimer?

Aiuto a distanza

L’istituto di cura giusto

Pronto, Telefono Alzheimer?

Creare vicinanza da lontano

È davvero possibile offrire sostegno a distanza? Il progetto «Distance Caregiving» mostra con quali strategie i familiari possono dare sostegno anche ...

Ausili sulla via della diagnosi

Ben due dei progetti di ricerca promossi da Alzheimer Svizzera si propongono di facilitare la formulazione di una chiara diagnosi precoce. Un bilancio ...

Sensi attivati dalle tradizioni

Le feste, come l’imminente Pasqua, risvegliano i bei ricordi e dunque anche le emozioni. Ecco com’è possibile attivare i sensi delle persone affette ...

Anneliese, Noldi e Ueli Trümpi: «In caso d’emergenza tutti sono pronti a intervenire»

Rita Sayah: «Anche se non sono sul posto, sono vicina»

Franchezza ben dosata

Io non sono una malattia. Sono pur sempre un uomo!

Attività al Museo Vincenzo Vela

Dente per dente

L’équipe mobile di Simply Smile vuole accorciare le distanze nella prevenzione dei problemi dentali. Cinque igieniste visitano e curano bocca e denti ...

Quando una persona affetta da demenza può essere ritenuta responsabile?

Giornata del malato

Riflettori puntati sulle conoscenze dei familiari

Help Card Alzheimer per ogni evenienza

Spesso i familiari di persone affette da demenza temono di incappare in situazioni imbarazzanti al di fuori dalle proprie mura domestiche.

«Quando i diritti non hanno età»

Che una persona sia anziana o affetta da demenza non fa alcuna differenza: i diritti fondamentali valgono per tutte e tutti.

Fatti e cifre 2018

Tutti gli anni i dati pubblicati da Alzheimer Svizzera confermano che il numero di persone affette da demenza continua ad aumentare perché il fattore ...

Cristina Karrer: «Al telefono comunichiamo con fischi, sibili e grugniti»